Kik Messenger

Kik messenger è un’applicazione di messaggistica istantanea disponibile gratuitamente per Android, iOS e Windows Phone, utilizzabile sia da smartphone che da tablet.

Nata dalla società Kik Interactive, fondata nel 2009 da un gruppo di studenti dell’Università di Waterloo, Kik Messenger è stata lanciata sul mercato nel 2010 e, seppur apparentemente uguale a tante altre app di messaggistica presenti sul mercato, in realtà presenta notevoli differenze.

Kik Messenger

In primis, la cosa che salta all’occhio è la garanza di anonimato e privacy che Kik riserva ai suoi utenti. Potrebbe essere proprio questa, infatti, la ragione del successo che la app sta riscuotendo tra i giovani e che l’ha portata a raggiungere i 300 milioni di utenti in tutto il mondo.

COME SI INSTALLA KIK MESSENGER

Kik Messenger è disponibile gratuitamente sui principali store online, per scaricarlo è necessario essere connessi al wifi, a causa della importante mole di dati da installare, come per altre applicazioni di messaggistica.

UNA VOLTA FATTO IL DOWNLOAD SAREMO PRONTI A UTILIZZARE LA CHAT, BASTERÀ REGISTRARSI CON L’INDIRIZZO EMAIL E IMPOSTARE PASSWORD E NOME UTENTE.

In cosa si differenzia Kik rispetto alle altre app

Fino a qui Kik Messenger sembra identica ad altri strumenti, tra cui il popolarissimo Whatsapp, ma le differenze sono notevoli.

Innanzitutto per chattare con le persone su Kik non è necessario conoscere il loro numero di telefono.

Ci sono diverse opzioni, infatti, per iniziare una chat:

  • cercare le persone che conosciamo attraverso il “Trova amici”, accessibile cliccando sulla lente di ingrandimento in basso a destra, che ci permetterà di trovare le persone con il nickname
  • scannerizzando il codice Kik, una sorta di codiceQR univoco associato a ogni utente.
  • cercando i contatti attraverso il numero di telefono o importandoli dalla rubrica, qualora si siano registrati inserendo il numero

La cosa che salta subito all’occhio è che Kik garantisce riservatezza e anonimato ai suoi utenti, che possono decidere se comunicare o meno i propri dati personali.

In ogni momento, inoltre, si può controllare quali sono le informazioni condivise facendo semplicemente click su “Il tuo account” e modificando le impostazioni, tra cui i dati e la foto profilo.

L’unica cosa che non si può cambiare è il nome utente scelto.

COME FUNZIONA LA CHAT DI KIK MESSENGER

 

I messaggi inviati sono dei veri e propri sms online, esattamente come quelli di Whatsapp.

Quando si riceve un messaggio da un contatto nuovo, con cui non si è mai chattato, sotto al messaggio stesso appaiono due pulsanti che ci permettono di scegliere se salvare il contatto, e quindi continuare la conversazione, oppure bloccarlo.

Come per la celebre doppia spunta blu, anche Kik Messenger informa sullo status dei messaggi: la lettera S indica che è stato inviato, D sta per consegnato e R sta per letto.

KIK E I PROBLEMI LEGALI

Proprio l’anonimato garantito ai suoi utenti ha portato non pochi problemi a Kik Messenger: contro l’azienda sono state intentate diverse azioni legali soprattutto connesse a presunte attività di pedofilia.

Questo ha portato Kik a rischiare la chiusura nel 2019, ma fortunatamente il pericolo è stato scampato e la situazione si è risolta con una riduzione da 100 a 24 dipendenti.

Attualmente Kik ha rivolto le sue attenzioni al mercato delle criptovalute.

Leggi anche:

Luisa Casanova Stua entra nel team UpGo.news a giugno 2020. Da sempre Luisa lavora con la parola. Laureata in Lettere Moderne ha accumulato esperienze in diverse redazioni giornalistiche online, uffici stampa e agenzie di pubblicità. Ad oggi scrive per diverse testate e blog. Su UpGo.news aiuta gli utenti a comprendere, con un linguaggio semplice, temi e servizi legati al mondo telco. La sua pagina ufficiale Facebook è: www.facebook.com/LuisaCasanovaStua

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here