Home » Blog Telefonia » Musk in contatto con 2 operatori telefonici italiani. Con chi e perché

Musk in contatto con 2 operatori telefonici italiani. Con chi e perché

Starlink, l’azienda di internet via satellite fondata da Elon Musk avrebbe preso contatti con due telco italiane. L’obiettivo ancora non è chiarissimo: Starlink infatti dovrà decidere se diventare, di fatto, un nuovo operatore telefonico anche sul mobile oppure limitarsi a fornire banda a accesso agli operatori esistenti. Ma comunque, Musk avrà un ruolo da protagonista anche nella telefonia italiana.

Leggi anche: Iliad, ultime ore per attivare questa offerta…

Starlink, il servizio di Internet satellitare di SpaceX, si sta evolvendo verso un ruolo più ampio nell’ambito delle telecomunicazioni conquistando anche la connettività mobile. Recentemente infatti Starlink ha introdotto il suo servizio Direct to Cell, che promette connettività ai telefoni esistenti in qualsiasi luogo con visibilità del cielo. Questa innovazione permette a Starlink di diventare di fatto un operatore mobile globale.

Già oggi Starlink sta collaborando con vari operatori di telefonia mobile a livello internazionale. Nel 2022, Elon Musk e Mike Sievert, CEO di T-Mobile USA, hanno annunciato una partnership per fornire servizi di telefonia mobile da satellite in aree senza copertura cellulare. Oltre a T-Mobile, Starlink ha stretto accordi con Rogers in Canada, Optus in Australia, One NZ in Nuova Zelanda, Salt in Svizzera e KDDI in Giappone.

In Italia, secondo rumors molto credibili, l’azienda di Elon Musk avrebbe contattato TIM e OpenFiber, con l’intento di entrare a breve nel business delle reti, quindi vagliando l’ipotesi di diventare un wholesale per gli operatori esistenti, fornendo di fatto roaming su mobile e connettività di backup per la fibra.

Il servizio Direct to Cell di Starlink funziona con i telefoni LTE esistenti e si avvarrà dei satelliti Starlink dotati di modem eNodeB, che fungeranno come torri di telefonia mobile nello spazio. Questa tecnologia non richiede modifiche all’hardware, al firmware o a app speciali, consentendo un’integrazione di rete simile a quanto avviene con un normale partner di roaming​​.

La tendenza della connettività satellitare per gli smartphone è in crescita. Anche Apple, ad esempio, ha introdotto una funzionalità SOS di emergenza via satellite sui suoi iPhone. Inoltre, altri progetti come quello di Amazon Kuiper, mirano a competere in questo segmento, con migliaia di satelliti di proprietà del gigante dell’ecommerce, con l’obiettivo di fornire accesso ad internet a livello globale​​.


Foto dell'autore
David Geekman approfondisce i principali temi di UpGo, offrendo punti di vista nuovi e originali su risparmio, telefonia, pay tv ed energia. www.facebook.com/davidgeekman

Lascia un commento