Come funziona CoopVoce? Come sapete, qui su UpGo.news ci piace condividere con voi opinioni ed esperienze con i gestori telefonici italiani. E questa volta è il turno di CoopVoce. Funziona bene o male? Vale la pena passare a CoopVoce?

CoopVoce Opinioni
La nostra recensione del servizio CoopVoce di Coop. Pregi e difetti, secondo noi, del primo, storico, MVNO italiano.

Torna il nostro consueto appuntamento con le opinioni sugli operatori telefonici attivi in Italia. Ci sembrava corretto dedicare uno spazio e la giusta attenzione a CoopVoce, l’operatore virtuale mobile della Coop su rete TIM di cui finora si è parlato sempre molto bene.

CoopVoce è attivo dal 2007. Nacque da un accordo tra Coop Italia e TIM del quale utilizza la rete GSM/UMTS/LTE per l’erogazione del servizio.

Le numerazioni utilizzate per le sim card di CoopVoce hanno prefisso 331 e 370.

CoopVoce offre servizi per il mobile sia per i privati che per il business, offerte e servizi spesso convergenti anche per i soci Coop che possono quindi beneficiare di ulteriori vantaggi. Ma vedremo questa tipologia di convergenza più avanti nel nostro post opinione.

Stando al numero di clienti attuali, gli ultimi dati risalenti al 2018 per CoopVoce al momento si contano 744.261 linee (con aggiornamento al 31 di marzo), 761.022 linee registrate al 30 di giugno (in aumento rispetto al precedente rilevamento) ed infine 739.204 al 30 di settembre.

Ma vale la pena abbonarsi a CoopVoce?

Ecco, schematicamente, di cosa parleremo in questo articolo:

CoopVoce Copertura

Mappa Copertura Tim
Mappa della copertura dal sito TIM.it. CoopVoce si appoggia a TIM e gode quindi della stessa identica copertura del gestore mobile di Telecom Italia.

La copertura di CoopVoce è la medesima di Tim. CoopVoce infatti in qualità di MVNO (operatore telefonico mobile virtuale) si appoggia interamente alle infrastrutture radiomobili di Telecom Italia.

CoopVoce è un operatore ESP. Si differenzia quindi da competitor più grandi che hanno intrapreso la strada del FULL MVNO (ad esempio, PosteMobile e Fastweb Mobile). Il full gestisce da sé interamente la parte tecnica del servizio, appoggiandosi solo alla rete del gestore ospitante.

Un ESP, quindi CoopVoce, si affida al gestore ospitante anche per l’erogazione tecnica. Le sim, ad esempio, sono emesse direttamente da Tim e appositamente brandizzate con il marchio CoopVoce.

Una situazione che tutto sommato garantisce maggiormente i clienti CoopVoce (alcuni MVNO Full hanno infatti in passato avuto numerosi problemi).

Insomma scegliendo CoopVoce si sceglie, a livello di copertura, Tim. Se siete coperti dalla rete Tim sarete coperti anche da CoopVoce. Ovviamente, le prestazioni internet potrebbero invece essere un po’ differenti. Ma passiamo al prossimo capitolo della nostra review…

Come funziona internet con CoopVoce?

Logo di CoopVoce

Abbiamo accennato in apertura che l’operatore mobile virtuale CoopVoce utilizza la rete TIM sia in 4G che 4G+ nelle zone ovviamente raggiunte dal servizio ma è attivo anche il 2G e il 3G laddove ancora disponibili.

Facendo un controllo veloce sulla mappa le zone coperte dal 4G sono parecchie quindi una copertura piuttosto estesa, leggermente inferiore è la presenza del 4G+.

Numerosi speedtest riportano però risultati non proprio equivalenti per tutti, ma effettivamente questo non deve sorprendere in quanto anche gli operatori a tutti gli effetti, i cosiddetti strutturati, a volte restituiscono degli speedtest non sempre univoci.

Per quanto riguarda CoopVoce siamo all’incirca sui 20Mbps in download e circa 10Mbps in upload in parecchie zone.

Ma ci sono svariate segnalazioni di utenti più che soddisfatti che segnalano picchi di oltre 100Mbps in download e intorno ai 50Mbps, di tutto rispetto.

Possiamo garantire però, avendolo provato sul campo che anche quando si è sui 10Mbps in download la connessione è veloce, fluida e si riesce a vedere bene Netflix e altri video tipo YouTube senza problemi.

Un giudizio finale del tutto positivo e già sotto questo aspetto consigliatissimo.

Impostazioni CoopVoce internet

La maggior parte delle tariffe CoopVoce, soprattutto le più vecchie, consentono la sola connessione internet in 3G su rete TIM. I piani più recenti, sono aperti alla possibilità di utilizzo della rete 4G. Alla nostra prova su strada della sim CoopVoce, non risultano particolare differenze tra le prestazioni di una sim CoopVoce ed una nativa TIM. Di fatto, trattandosi di un ESP e non di un Full MVNO, ci troviamo di fronte a sim card emesse dalla stessa TIM, che quindi cura ogni aspetto tecnologico, garantendo la funzionalità totale del servizio.

CoopVoce ha però ovviamente un proprio APN, diverso da quello di Telecom Italia. I dati da inserire per la configurazione del proprio smartphone sono:

  • Nome connessione: CoopVoce
  • Nome punto di accesso: web.coopvoce.it
  • Nome utente: (lasciare campo vuoto)
  • Password: (lasciare campo vuoto)

Ricordiamo comunque che la maggioranza dei telefoni riconosce correttamente la sim CoopVoce, aggiornando in maniera autonoma i dati di configurazione per la connessione alla rete internet.

Chiamate, app ufficiale e altri servizi

CoopVoce slogan
“Comunicare Semplice” è lo slogan di CoopVoce.

Tutti i servizi di base di CoopVoce funzionano molto bene, il fatto che si utilizzi una rete come quella di TIM senza dubbio aiuta. La qualità audio è spesso molto buona, chiara e forte. L’aggancio con la linea che si sta chiamando è veloce e immediato.

Può non sembrare un aspetto importante, ma a volte con altri operatori con rete Vodafone o TIM agganciare la chiamata non era sempre così veloce.

La app ufficiale di CoopVoce scaricabile gratuitamente da Apple Store o Play Store si presenta sin da subito intuitiva, colorata e con tutte le informazioni più importanti rese in maniera chiara già al primo sguardo.

La app inoltre consente di ricaricare il proprio credito residuo, cambiare piano tariffario, controllare il credito, le soglie rimaste del proprio piano tariffario e aggiungere altri pacchetti di chiamate, sms oppure giga.

Leggi anche la nostra recensione su PosteMobile e su Fastweb Mobile.

L’assistenza clienti CoopVoce

Basta guardarsi intorno per rendersi conto che l’assistenza clienti di CoopVoce sia uno dei punti di forza di questo operatore telefonico. Aiuta molto la sua entità da piccolo operatore rispetto agli altri migliaia e migliaia di clienti ma sulla pagina ufficiale di Facebook e in giro per il web i clienti sono super soddisfatti.

CoopVoce può essere contattato al numero gratuito 188, o tramite chat dal sito ufficiale coopvoce.it. Oltre all’area assistenza del sito stesso, tramite chat inserita anche all’interno della app ufficiale, inoltre è attivo anche il servizio clienti tramite numero WhatsApp, tutti i giorni sabato e domenica compresi dalle 8.00 alle 21.00.

È possibile inoltre contattare il servizio clienti tramite indirizzo mail a cui inviare richieste di aiuto, di assistenza oppure modulistica per l’attivazione di una nuova sim o altro.

Per coloro che sono già clienti è disponibile anche il numero gratuito 4243688 ovvero il Servizio di assistenza automatica che permette di:

  • conoscere il tuo Credito Residuo;
  • ricaricare un numero CoopVoce, utilizzando ricariche con PIN;
  • attivare le Promozioni e le Opzioni di CoopVoce;
  • cambiare il tuo Piano Tariffario base;
  • conoscere e gestire le Promozioni e Opzioni attive sul tuo telefonino.

Generalmente le risposte degli operatori sono piuttosto veloci ed esaurienti, inoltre è possibile anche contattare l’operatore tramite pagina Facebook.

Come contattare CoopVoce

CoopVoce logo

Ricapitolando: l’assistenza clienti CoopVoce è disponibile contattando il numero gratuito 188, tramite WhatsApp al 3703010188, Facebook, Twitter e live chat sul sito del gestore. Oppure se già clienti è possibile chiamare il numero gratuito automatico 4243688 per gestire tutte le operazioni di base della propria sim.

Le indagini di Altroconsumo su CoopVoce

Nel 2016 Altroconsumo ha commissionato un sondaggio in cui CoopVoce è risultato l’operatore mobile che raccoglie il maggior grado di soddisfazione da parte dei clienti. Anche in un’indagine datata febbraio 2017 sempre tramite Altroconsumo, CoopVoce risulta con l’indice più alto in fatto di qualità del servizio. Risultati che certificano la bontà della customer care di CoopVoce.

Nel marzo 2019 Altroconsumo ha pubblicato la classifica dei gestori più trasparenti operanti nel mercato italiano. Sono state presi in esame tre aspetti: 1) l’informativa precontrattuale, 2) la chiarezza del processo d’attivazione, 3) la semplicità nella gestione degli eventuali servizi aggiuntivi.

CoopVoce ne è uscita benissimo risultando il gestore mobile più trasparente d’Italia. Davanti a Fastweb Mobile e alla rinomata Iliad.

Ma andiamo ora avanti con la nostra prova su strada del gestore di Coop.

Come ricaricare la sim CoopVoce

È possibile ricaricare la propria sim CoopVoce tramite tutti i punti vendita Coop pagando direttamente alla cassa, mediante carte bancomat presso gli sportelli automatici di Unipol Banca, UniCredit, MPS nonché nelle Banche aderenti alla Cassa Centrale delle Banche di Credito Cooperativo del Nord Est.

  • online da Conto Corrente Arancio di ING Direct Italia, da conto corrente Fineco e dall’area clienti del sito CoopVoce.it.
  • Presso le ricevitorie SISAL e la rete Lottomatica.
  • con addebito su carta di credito dal sito di CoopVoce.
  • Tramite l’opzione gratuita Autoricarica con la spesa, attraverso i punti Coop accumulati sulla tessera con le spese effettuate presso i punti vendita e convertiti automaticamente in credito telefonico.

Ricarica con la spesa Coop e il servizio ViviBici

I clienti CoopVoce che sono anche soci Coop, quindi muniti di tessera socio Coop hanno a disposizione un servizio unico nel suo genere e molto comodo: l’Autoricarica con la spesa.

Il servizio permette infatti di ricevere una ricarica bonus di 5 euro ogni 250 punti Coop accumulati con la propria tessera socio.

Per chi è socio Coop è possibile quindi richiedere l’attivazione gratuita di Autoricarica con la spesa presso il desk CoopVoce del punto vendita, fornendo il numero di telefono su cui attivare il servizio e il numero seriale della carta socio.

Un modo ulteriore per fare la spesa in modo conveniente e convergente.

Se siete clienti con una sim CoopVoce e siete amanti dell’ambiente e delle lunghe passeggiate in bicicletta, scaricando la app ViviBici di Coopvoce sul proprio dispositivo mobile è possibile accumulare Km voce tramutati in giga per navigare da smartphone o tablet.

Quindi più pedalate, più la app Vivibici accumulerà Km voce che saranno tramutati in Giga aggiuntivi alla propria offerta, ogni mese.

Il servizio è riservato ai clienti CoopVoce che hanno attiva una offerta ChiamaTutti, Smart, Top e Web 4, 8, 12 Giga.

Costo di una nuova SIM CoopVoce

L’attivazione di una nuova sim CoopVoce costa 10 euro con 5 euro di traffico telefonico incluso, per poter usufruire della promozione occorre fare subito una ricarica per poter coprire almeno il primo mese dell’offerta.

CoopVoce. Offerte non sempre competitive

CoopVoce quindi pur non facendo grandi pubblicità ma solo tramite internet, passaparola e punti vendita Coop è riuscito in questi anni a ritagliarsi il suo spazio in maniera costante e decisamente credibile.

In questi anni attraverso varie indagini di Altroconsumo, come abbiamo raccontato sopra, CoopVoce è risultata quasi sempre  tra  primi in classifica in materia di trasparenza, qualità del servizio. Soddisfazione totale per l’assistenza clienti.

Oggi CoopVoce quindi vince sotto quasi tutti i punti di vista. Se proprio vogliamo trovare un dato negativo riguarda le offerte tariffarie: sempre poche e non esattamente competitive rispetto agli altri.

In generale sono offerte buone, semplici e chiare per coloro che non vogliono spendere moltissimo, desiderano avere un operatore chiaro, efficiente e che funziona. Ma oggi la concorrenza sul fronte dei prezzi è davvero tanto e CoopVoce potrebbe fare decisamente di più.

Conclusioni alla recensione CoopVoce

CoopVoce senza troppe pretese, fa il suo lavoro, contando sul vantaggio di poter rimanere una piccola, piccolissima compagnia telefonica. Se con l’ attuale operatore vi sentite un numero sperso, rimbalzato tra call center, app e siti web, CoopVoce potrebbe farvi finalmente felici.

È una compagnia, diciamo così, di prossimità, che riesce evidentemente a far sentire al centro il cliente, più dei big della telefonia.

La verità però è che l’Italia ancora ignora i piccoli MVNO…

Più in generale però possiamo dire che le difficoltà che incontra CoopVoce nel farsi conoscere sono comuni a diversi operatori virtuali. Spesso le offerte di queste mini compagnie telefoniche sono note solo ai più digitalizzati. La maggior parte degli italiani ignora ancora questo mercato e di conseguenza, non è in grado di prendere in considerazione le offerte di MVNO veri come anche Tiscali Mobile, Fastweb Mobile, oppure PosteMobile.

Ci dispiace segnalare che quota di mercato detenuta dalla grande famiglia degli operatori virtuali è ancora molto limitata. Sempre prendendo in considerazione, come troviamo giusto fare, gli MVNO veri e non i second brand formalmente MVNO ma che di fatto sono gemmazione dei gestori che li ospitano, come Kena Mobile (TIM) e Ho Mobile (Vodafone).

Tornando però in tema su CoopVoce, vogliamo ora sentire la vostra opinione. Come sempre, in questa rubrica cerchiamo di raccontare semplicemente il nostro punto di vista, cercando di provare direttamente i servizi recensiti.

Se anche voi siete o siete stati utilizzatori di sim CoopVoce fatevi avanti e raccontate la vostra opinione nello spazio commenti qui sotto.

Il Giudizio di UpGo.news
CoopVoce
9

14 commenti

  1. Sono cliente di coop voce da quando è nata l’ho scelta perché mi fido della Coop da sempre. Sono contentissima non ho mai avuto problemi sia in Italia che all’estero. La consiglio perché è efficiente e trasparente.ottima scelta.

  2. Il grande vantaggio di CoopVoce è per gli italiani che vivono in un altro paese europeo: in Europa è possibile TUTTI i GB della propria tariffa

  3. coopvoce e’ assolutamente fuori mercato. E’ TRASPARENTE MA I PREZZI SONO DECISAMENTE ALTI..
    esistono alternative sicuramente piu’ convenienti…

  4. Ho CoopVoce da diverso tempo ormai, una cosa che l’articolo non dice è che si può addirittura attivare il tethering (bisogna cercare su internet i parametri da impostare) e si possono usare i dati con il proprio portatile, tablet ecc.
    Per il resto confermo l’ottimo servizio clienti, tariffe chiare, senza costi nascosti e vincoli temporali nascosti, mai una rimodulazione, app mobile ben fatta (sito un po’ meno).
    Altra cosa che l’articolo non dice, la ricarica si può fare via app ed è possibile impostare la ricarica automatica quando il credito scende sotto una certa soglia.
    Le offerte variano abbastanza, tenete d’occhio il sito per trovarne una adatta a voi. È forse il gestore più chiaro e onesto, dategli una chance.

    • Ciao Tommy, in effetti è una cosa che non abbiamo specificato perché questa è ormai una possibilità concessa da tutti i gestori. Diciamo che CoopVoce lo permetteva già quando gli altri non lo permettevano.

  5. Utilizzo, sino dalla sua nascita, Coop Voce trovandolo ben costruito e particolarmente economico. Utilizzando internet giornalmente con Coop Voce mi trovo a mio agio.

  6. Ho COOPVOCE da più di un anno e mi trovo benissimo tariffe convenienti e senza sorprese la ricezione e ottima,praticamente prende ovunque e stata l unica compagnia telefonica che a
    tariffato sempre al mese anche quando le altre compagnie tariffavano ogni 28 giorni più onesti di così.

  7. Ciao a tutti, sono passato a CoopVoce dopo 15 anni di permanenza ininterrotta presso altro operatore ben più rinomato dove, per passare ad una sua tariffa leggermente più conveniente , ho dovuto cambiare numero ( ovvero stesso operatore, contratto nuovo e numero nuovo ). Coop Voce ti permette di cambiare piano tariffario, quando e quante volte vuoi in 10 secondi anche se pagando pochi euro. Poi si riesce a parlare con gli operatori che effettivamente si dedicano a te dall’Italia risolvendoti effettivamente i problemi. OTTIMA. Cia

  8. Dopo anni di TIM (c’ero dal ’95 con il TACS) sono passato nel 2018 a CoopVoce dopo l’ennesima fregatura all’estero di TIM. L’offerta CoopVoce é eccezionale in Italia ed in EU e così così all’estero mondo ma almeno non ti frega. Trasparenza e serietà questa la sua forza. E poi oggi all’estero é più valido ed economico comprare una SIM locale. Parlo per esperienza personale nel corso del 2018 e 2019 in NZ Australia ed USA.

  9. Utilizzo 2 cellulari smartphone
    Uno Tim ed uno CoopVoce
    Mi trovo bene con entrambi
    Coopvoce ha una offerta piu’ economica,l’offerta Tim a parita’ traffico voce e giga mi costa il doppio
    Tuttavia in aree periferiche , montagna o aree extraurbane molto periferiche ho notato qualche difficolta’ di connessione con la rete coopvoce rispetto a Tim.

  10. Buongiorno, grazie per l’informazione di questo articolo. Il mio problema con CoopVoce e quello del segnale in casa in cui risiedo. Purtroppo non riesco a gestire questa situazione. Non so se esiste un amplificatore di segnale per la TIM. Avete qualche suggerimento? Grazie vi auguro salute e serenità.

  11. Ciao a tutti, volevo segnalarmi che mi trovo in Messico e nessuna delle mie 2 sim Coopvoce ha segnale. Sono 12 giorni che sono isolata e gli operatori Coopvoce non hanno ancora risolto

  12. Buonasera, sono passata un mese fa a Coopvoce e fino a questa sera ero molto soddisfatta sia per la tariffa che per la copertura di segnale. Dico fino a stasera perchè ho contattato il 188 per capire come mai la scorsa settimana non sono riuscita a pagare un parcheggio tramite un SMS ed ho scoperto che Coopvoce non ha convenzioni né con i parcheggi né con i servizi di trasporto … bella fregatura.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here