Home » Blog Telefonia » MVNO » Rabona Mobile e Sì Pronto continuano a vendere le loro SIM

Rabona Mobile e Sì Pronto continuano a vendere le loro SIM

Chi segue i nostri canali saprà sicuramente della situazione di Rabona Mobile e Sì Pronto. Ad oggi non si hanno informazioni significative, ma la cosa più preoccupante è che, nonostante varie problematiche di connettività, comprese difficoltà nella navigazione, nelle chiamate e nell’invio di messaggi, entrambi gli operatori continuano a vendere le loro SIM. Sorprendentemente, non esistono comunicazioni ufficiali sulle loro pagine web riguardo questi disagi.

Il silenzio dopo il ricorso: aggiornamenti e reazioni degli utenti

Dopo l’ultima comunicazione del 29 giugno, dove Rabona Mobile annunciava l’accoglimento del proprio ricorso contro Plintron dal Tribunale di Milano, la situazione rimane ancora irrisolta e poco chiara. Non abbiamo infatti informazioni al riguardo. Controllando la pagina Facebook, utilizzata in passato da Rabona per comunicazioni ufficiali, siamo fermi al post del 29 giugno. Dai commenti sotto la comunicazione sappiamo che almeno al 22 settembre i vari problemi di connettività persistevano, lasciando gli utenti senza servizi.

La vendita delle SIM continua: situazione assurda

La situazione riguardante la vendita di SIM da parte di Rabona Mobile e Sì Pronto (secondo brand, sempre di proprietà di Rabona), nonostante tutti questi problemi, suscita qualche perplessità. Visitando i siti ufficiali di entrambi gli operatori, non si trova alcuna informazione, almeno sulle homepage, delle difficoltà tecniche in corso. Al contrario, i nuovi clienti sono invitati ad acquistare le SIM e ad aderire a varie offerte, creando un’illusione di normalità operativa. 

Questa mancanza di trasparenza è sconcertante, e può causare problemi per tutti quegli utenti che, ignari dei problemi esistenti, procedono con l’acquisto della SIM.

Secondo noi questa è una situazione assurda. Nei nostri contenuti parliamo di chiarezza, trasparenza e semplicità, aspetti che oggi devono essere fondamentali in un settore dinamico e veloce come quello delle telecomunicazioni, e riteniamo che questo comportamento rischi di non essere totalmente chiaro nei confronti dei consumatori. Basterebbe un semplice banner in homepage che spiega ai visitatori quale sia la situazione attuale.

Conclusioni e riflessioni sul futuro di Rabona e Sì Pronto

Se in passato avevamo dubbi sulla gestione della comunicazione di questa situazione, ora questi dubbi sono aumentati. Crediamo che sia fondamentale per ogni operatore far fronte a eventuali problematiche con trasparenza e questo riguarda tutto gli attori coinvolti in questa vicenda. Problemi tecnici, disservizi, malintesi, tutto può capitare, ma la differenza sta in come questi vengono affrontati, soprattutto per mantenere un buon rapporto con i propri utenti.

Come detto a inizio articolo non abbiamo informazioni aggiornate, se qualche lettore è ancora un cliente Rabona o Sì Pronto ci faccia sapere se tutto è ritornato nella norma oppure se ancora i problemi persistono.


Foto dell'autore
Simone Pifferi. Copywriter freelance, può scrivere su tutto ma le sue passioni riguardano la comunicazione, il web marketing, il settore telco e l'editoria. Dopo la formazione umanistica si appassiona alla SEO, al web design e allo sviluppo di siti web. Attualmente collabora come copywriter con diverse web agency e blog di settore. Simone Pifferi su Linkedin

1 commento su “Rabona Mobile e Sì Pronto continuano a vendere le loro SIM”

  1. Scandalosi e vergognosi, tipico metodo truffaldino all’italiana.
    Questa è la tipica azienda italiana che si fa grande più di quello che è. Mi fa strano che nessuno stia intervenendo, dov’è l’autorità garante? Come si può permettere di vendere servizi non funzionanti?
    La cosa più scandalosa è che l’AGCOM ha dato torto anche ai clienti per non aver presentato prove dettagliate nelle istanze, assurdo!

    Rispondi

Lascia un commento