Home » Curiosità » Perché vediamo nel cielo il trenino Starlink?

Perché vediamo nel cielo il trenino Starlink?

Avete mai visto in cielo il trenino Starlink? Perché lo vediamo? E qual è il modo migliore per osservarlo? Secondo voi sono affascinanti o rovinano la vista del cielo? Ecco a voi una nuova pillola nerd di UpGo News 💊🤓 

Il fenomeno dei “trenini” di satelliti Starlink nel cielo notturno, caratterizzato dalla loro particolare brillantezza e configurazione, è diventato un argomento di grande interesse sia per appassionati di astronomia che per il pubblico generale. Questi satelliti, lanciati da SpaceX, creano uno spettacolo unico quando riflettono la luce solare mentre orbitano attorno alla Terra. A me è capitato di vederli quando ancora si sapeva ben poco a riguardo e non vi nego che la mia mente ha iniziato a viaggiare con l’immaginazione. Ora è un fenomeno alquanto noto ma sempre affascinante a mio avviso. Quel che sappiamo è che in molti vanno a caccia di satelliti e non mancano gli strumenti per adocchiarli in modo nitido.

Leggi su UpGo News: qual è la comunità di umani più isolata del pianeta? e Perché usiamo la parola Nerd?

Che cosa è il trenino Starlin?

I satelliti Starlink sono progettati per fornire connettività internet a banda larga in aree remote o poco servite del globo. La loro apparizione in fila, che ricorda un “trenino”, è il risultato diretto della sequenza con cui vengono lanciati nello spazio e della loro orbita relativamente bassa attorno alla Terra. Questa configurazione non solo è visivamente impressionante ma sottolinea anche l’ambiziosa scala del progetto Starlink, mirato a dispiegare migliaia di satelliti per garantire copertura globale.

Per gli osservatori del cielo, il passaggio dei satelliti Starlink offre un’opportunità unica di osservazione. La visibilità di questi “trenini” è massima durante le ore crepuscolari, poco dopo il tramonto o prima dell’alba, quando i satelliti sono posizionati in modo da riflettere la luce solare verso l’osservatore sulla Terra. Per un’osservazione ottimale, è consigliato allontanarsi dalle luci cittadine per minimizzare l’effetto dell’inquinamento luminoso. Tuttavia, anche dalle aree urbane, è possibile catturare questo spettacolo se le condizioni atmosferiche e la magnitudine degli oggetti sono favorevoli.

Siti web come Find Starlink e app per smartphone come ISS Detector offrono previsioni dettagliate, traiettorie e tempi di visibilità specifici per la località dell’osservatore, facilitando così la pianificazione delle sessioni di osservazione.


Foto dell'autore
Camilla Petrella è content manager per UpGo.news e amministratrice della società UpGo.it srl. Si occupa del content inventory e della gestione quotidiana del blog.

Lascia un commento