Home » Truffe Telefoniche » Truffa Cristiano Ronaldo. Si vincono 5000 euro e invece…

Truffa Cristiano Ronaldo. Si vincono 5000 euro e invece…

Truffa a nome Cristiano Ronaldo

Truffa a nome Cristiano Ronaldo. Come ormai è consuetudine, torniamo ad informarvi sulle truffe del momento. Ovvero sui modi più furbi per portavi via soldi e dati sensibili. Questa volta la truffa più gettonata di questi giorni sfrutta il nome di un calciatore molto famoso e riconosciuto anche per diversi gesti di generosità: Cristiano Ronaldo. L’idolo della Juventus permetterebbe di vincere con pochi click ben 5000 euro.

Vuoi ricevere sempre gli ultimi aggiornamenti sulle truffe più in voga del momento? Iscriviti al nostro Canale Telegram internamente dedicato alle truffe telefoniche e online.

La truffa questa volta l’abbiamo scoperta sulla nostra pelle. Anche sui gruppi Facebook gestiti dallo staff di UpGo.news in queste settimane abbiamo dovuto intensificare i controlli di moderazione proprio a causa di una strano video che invadeva a più riprese le bacheche. Cristiano Ronaldo, con una bizzarra finta diretta, invitava a rispondere ad un indovinello semplice. Anche troppo semplice. Inoltre, il finto CR7 invitava gli spettatori su Facebook a condividere la diretta e poi a commentare il video, moltiplicando l’engagement del contenuto.

Solo una volta eseguite le azioni richieste e quindi inserito il commento si riceveva un messaggio privato da parte del presunto staff del campione con la richiesta dei dati della carta di credito. Dati che il team fake di Cristiano Ronaldo avrebbe usato per accreditare la facile vincita. Ovviamente, alla cessione dei dati, segue solamente l’addebito fraudolento, altro che vincita.

La truffa pericolosa a nome di Cristiano Ronaldo

Superfluo specificare che anche in questo caso il testimonial famoso è completamente estraneo alla vicenda. L’utilizzo del volto celebre e sicuramente positivo di Cristiano Ronaldo serve semplicemente a far abbassare le difese intellettuali del malcapitato e poter così concretizzare la truffa.

Il metodo questa volta è poi doppiamente geniale. Perché prima di richiedere i dati della carta di credito i criminali obbligano, per ritirare il premio inesistente, a condividere per almeno 10 volte il video. In questo modo risulta quasi impossibile fermare il circolo vizioso, assolutamente virale che continua a mietere vittime.

Nel momento in cui scriviamo il video è molto presente su Facebook, pubblicato in diversi gruppi e anche su wall personali.

Altre truffe della nostra serie:

Lascia un commento