Home » Blog Telefonia » Vodafone » Vodafone Ungheria è stata venduta. Ora tocca all’Italia?

Vodafone Ungheria è stata venduta. Ora tocca all’Italia?

Vodafone con bandiera ungherese sotto

Vendita in corso in casa Vodafone. Prima operazione di una strategia più complessa che potrebbe portare alla dismissione anche della filiale italiana (Iliad è pronta a comprare)?

Il Gruppo Vodafone vende la sua costola ungherese, operazione già annunciata lo scorso agosto, a una holding controllata dallo Stato composta dalle società 4iG e Corvinus per un valore di 1,7 miliardi di euro. Secondo quanto dichiarato dai vertici del colosso delle telecomunicazioni britannico, i proventi di questa operazione saranno utilizzati per ridurre l’indebitamento.

Vi ricordiamo che se il mondo telco vi appassiona e volete ricevere aggiornamenti su telefonia mobile, fibra e pay tv, potete iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale, UpGo.news.

Hai mai pensato di creare un blog e di farlo diventare una fonte di guadagno? Leggi il nostro libro su “come guadagnare con un blog”. Lo trovi su Amazon cliccando qui.

Vodafone Magyarorszag Zrt, così si chiama il brand che è stato venduto (conosciuto semplicemente come Vodafone Ungheria) alla 4iG che ne controllerà il 51% e alla Corvinus (l’azienda statale ungherese) che ne possederà il restante 49%. La cessione è programmata proprio nel corso del mese di gennaio 2023, mentre il Gruppo Vodafone è alla ricerca di un nuovo Amministratore Delegato, dopo che Nick Read ha dato le sue dimissioni a inizio dicembre 2022. La rinuncia di Read molto probabilmente si è resa necessaria perché il suo operato non ha portato buoni risultati in termini di crescita o perché non è riuscito a concludere alcuni affari che avrebbero consolidato il gruppo a livello europeo (in Spagna il gruppo Orange ha battuto Vodafone nell’operazione per la fusione con MásMóvil, e in Italia gli accordi con Iliad e Apax Partners non sono andati a buon fine).

Margherita Della Valle, amministratore delegato ad interim del gruppo Vodafone, ha commentato questa vendita come un’operazione che aumenterà la concorrenza e movimenterà il mercato telco in Ungheria.

Questa acquisizione da parte dello Stato di una realtà così grande del settore delle telecomunicazione come lo era la Vodafone Ungheria, fa parte di una serie di strategie messe in atto dal primo ministro Viktor Orban per consolidare la presenza del suo governo nazionalista in settori come i media, l’energia e le banche.

Leggi: come passare a Ho Mobile, il b-brand low cost di Vodafone

Lascia un commento