Alleanza telefonia
Nasce il fronte Wind Tre – Fastweb. La nuova mega alleanza.

L’annuncio è arrivato nelle scorse ore ed ha trovato tutto sommato gli analisti impreparati. Non era nell’aria e in pochi pensavano ad un dialogo tanto stretto e così avanzato tra Fastweb e Wind Tre. Nelle redazioni di blog e giornali poche ore fa è arrivato il comunicato stampa che annuncia la rete unica Fastweb – Wind Tre per il 5G. L’ultimo passo di una ormai consolidata polarizzazione nelle telecomunicazioni italiane. Ma facciamo un po’ il punto per spiegarvi da domani cosa cambia e quali vantaggi porta questa super alleanza.

Wind Tre e Fastweb insieme sono un soggetto fortissimo. E’ banale dirlo ma è importante capirlo, soprattutto alla luce di un altro accordo, per il momento solo potenziale, sempre sulle reti che è quello tra Tim e Vodafone.

In pratica si sta andando a profilare una situazione fino a qualche mese fa inimmaginabile: due grandi poli della telefonia mobile. Due grandi reti 5G. Da una parte Tim e Vodafone (ed è anche possibile che Tim integri al proprio interno Open Fiber tornando a controllo italiano) dall’altra Fastweb e Wind Tre.

Due società solide e straordinariamente complementari. Ora Wind Tre ha la rete mobile. E’ in via di consolidamento ma tra siti ex 3 e siti ex Wind possiamo dire che la copertura Wind 3 oggi c’ è, è capillare e in termini di estensione non ha nulla da invidiare a Tim e Vodafone.

Vanno aumentate, questo sì, le prestazioni della rete e qui viene in soccorso Fastweb, regina da sempre del fisso e della fibra. Le infrastrutture in mano a Fastweb quindi sono assolutamente sinergiche con quelle Wind Tre.

Saranno i cavi di Fastweb a connettere le antenne mobili di Wind Tre. E la rete, presumibilmente, inizierà a volare.

Ma Fastweb cosa ci guadagna?

Come sappiamo Fastweb ha licenze 5G ma sul mobile si muove per ora come MVNO. Con la nuova alleanza il virtuale di Fastweb si servirà a prezzi vantaggiosi del roaming 2G, 3G e 4G di Wind Tre.

E quindi, in un futuro molto vicino i clienti con sim Fastweb Mobile Full Mvno passeranno dalla rete TIM (dove oggi si appoggia il gestore virtuale) a quella di Wind Tre (rete secondo qualcuno che però diventerà a rischio saturazione visto che serve gli utenti Wind, Tre ma anche Iliad e PosteMobile).

Ecco le parole di Jeffrey Hedberg, ad di Wind Tre:

“E’ con grande soddisfazione che annuncio l’accordo strategico tra Wind Tre e Fastweb, sul quale abbiamo grandi aspettative. La condivisione dei nostri rispettivi asset ci consentirà, infatti, di accelerare ulteriormente il piano per ‘re-inventare’ Wind Tre, abilitando i servizi 5G e le nuove applicazioni, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze, attuali e future, dei nostri clienti.
Abbiamo già realizzato importanti progressi nella modernizzazione della nostra rete e dei sistemi IT e questa intesa rappresenta un ulteriore tassello per garantire ai nostri clienti elevate performance di connettività. Questo accordo, inoltre, consolida il ruolo e la responsabilità di Wind Tre nella costruzione di un ecosistema 5G che favorisca la crescita dell’economia e del Paese”.

Dalle parole dell’AD di Wind Tre si capisce che l’esigenza ora è quella di creare una nuova Wind Tre, a partire dalla rete. In un processo complicato ormai giunto alla sua ultima fase e che potrebbe, si vocifera, far nascere anche un nuovo brand unitario. (Wind Tre, nuovo brand? La discussione sul nostro forum.)

Fatto sta che questa alleanza, della durata di un decennio, risolve per entrambe le società un problema di fondo anche abbastanza urgente: quello degli investimenti sulle reti 5G. Costano tantissimo, sono necessarie ma con i margini che oggi si fanno con la telefonia (anche per colpa della concorrenza di Iliad e brand low cost) non ce la si fa.

Mettendo insieme le risorse, invece, Wind Tre e Fastweb, pur rimanendo realtà distinte e commercialmente indipendenti possono pensare di prendere parte alla sfida della quinta generazione mobile da grandi protagonisti.

Nelle prossime ore qui su UpGo.news e su 4Fan.it ulteriori aggiornamenti su questo accordo. Potrebbero emergere ulteriori dettagli e sopratutto cercheremo di capire meglio e di rispondere alle vostre domande, visto che i clienti coinvolti da questa alleanza sono davvero tantissimi. Come detto, ci sono quelli Wind Tre, quelli Fastweb ma anche i tanti clienti di Iliad (che utilizza appunto le infrastrutture Wind Tre) e quelli del primo virtuale italiano, PosteMobile.

Vi invitiamo ad iscrivervi al nostro Canale Telegram e a scaricare la nostra applicazione dal Google Play Store per non perdere i nostri aggiornamenti su telefonia e pay tv.

E voi cosa ne pensate di questo accordo? Siete contenti di questa nuova super alleanza strategica? Come sempre vi invitiamo a commentare qui sotto per discutere con la redazione di UpGo.news e con gli altri lettori.

3 commenti

  1. Insomma non saprei.. la cosa non mi convince… e pensare che Fastweb aveva anche fatto causa a WindTre perché avevano preferito Iliad (ai tempi della fusione Wind/3) a loro per l’entrata nel mercato italiano come 4^ operatore mobile… secondo me c’è un piano sotto… insomma da Wind/3 separate a WindTre tutta sotto mano Hutchinson (3) chissà decidano
    di creare qualcos’altro con Fastweb ..magari con il tempo .. non subito… ma secondo me gioverebbe ad entrambe

  2. Belin, avevo mosso tutta la famiglia da Wind a Fastweb mobile perché è su rete TIM ed ora mi riportano su Wind3? “Ma questo è un malocchio!” 😬😱

  3. Secondo me ha fatto bene Wind ad appoggiarsi a Fastweb che è la migliore. Pensate che l’avevo anche letto sul blog di Anstel che sarebbe successo! Pazzescooo 🙂

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here