Home » Blog Telefonia » Iliad Italia » Iliad all’estero. Come va? Iliad e il roaming internazionale

Iliad all’estero. Come va? Iliad e il roaming internazionale

iliad estero come funziona

Siete in partenza? Con Iliad potete stare tranquilli anche all’estero e questo articolo è pensato per tutti quelli che stanno organizzando le proprie vacanze e vogliono saperne di più sull’utilizzo della SIM Iliad fuori dai confini italiani. Se quindi siete tra quelli che non riescono a fare a meno di restare in contatto con amici e familiari anche quando vi trovate  in vacanza questo post è dedicato a voi. In particolare parleremo di come funziona Iliad all’estero e quali sono i costi.

Prima di scoprire come si comporta Iliad all’estero ricordatevi di iscrivervi al nostro canale Telegram per aggiornamenti, curiosità e consigli sul mondo della telefonia, della fibra e della Pay Tv.

Leggi la guida alle offerte passa a iliad di questo mese…

Il roaming estero Iliad: cos’è e come funziona

Per prima cosa occorre specificare che le sim di qualsiasi operatore italiano, e quindi anche Iliad, non appena si varcano i confini nazionali navigano in in roaming. Per farla più semplice possibile il roaming è quel processo che si attiva quando lo smartphone aggancia una rete di un operatore diverso dal proprio e quando ci si trova fuori dall’Italia si parla quindi di roaming estero. Ogni compagnia telefonica ha infatti un accordo con gestori di altri paesi e quindi non appena vi troverete all’estero, in maniera automatica, lo smartphone cercherà una rete locale sulla quale appoggiarsi.

Anche le SIM Iliad seguono questa procedura e, non appena lo smartphone rileva che non sono disponibili né la rete Iliad né quella WindTre, cercherà altre reti disponibili in un elenco presente nella SIM e inviato in remoto da Iliad a seconda degli accordi di roaming internazionali fra operatori.

Come già detto il processo è automatico, voi non dovrete fare nulla. Se a volte capita che la procedura di aggancio alla nuova rete non vada a buon fine provate a riavviare lo smartphone. Se avete ancora problemi si può accedere dal menù del telefonino alla ricerca manuale della rete, a quel punto compariranno le reti disponibili e sarete voi a indicare allo smartphone su quale provare a registrarsi. Detto questo consigliamo, una volta portata a termine la procedura, di impostare nuovamente la selezione automatica delle reti.

Iliad in Europa

Può essere facilmente intuibile come non tutte le destinazioni subiscano lo stesso trattamento da parte degli operatori mobili e anche in questo caso Iliad non fa eccezioni, poiché esistono modalità e tariffe a seconda se si viaggia in Europa o in altri continenti.

Per chi viaggia verso un Paese facente parte dell’Unione Europea non ci sono problemi, infatti grazie alle leggi della Comunità Europea in materia di telecomunicazioni si è tutto molto semplificato.

Ad esempio il roaming Iliad all’interno dell’Unione Europea non prevede costi extra aggiuntivi. Sarete in grado di utilizzare la vostre tariffe per quanto riguarda telefonate illimitate e sms come se vi trovaste in Italia, riguardo il traffico dati invece il vostro piano subirà una riduzione dei giga a seconda della tariffa che possedete.

In base al recente regolamento europeo che ha prorogato il “Roam Like At Home” per altri 10 anni Iliad ha aumentato anche le soglie di giga disponibili. Se avete sottoscritto l’offerta Giga 120 avrete disponibili 9 giga per il roaming in UE (prima erano 7), con Giga 80 si passa a 7 giga dedicati mentre l’offerta Giga 40 rende disponibili 6 giga. Superata la soglia dei giga inclusi si può continuare a navigare pagando un sovrapprezzo pari a 0,00244€/MB.

Riteniamo comunque che 6 o 7 giga siano un quantitativo più che sufficiente per una vacanza, a meno che non si rimanga fuori per un mese e si stia tutto il giorno connessi.

Occorre poi fare attenzione a tutti quei paesi che si trovano in Europa solo a livello geografico e non fanno parte dell’Unione Europea. In questi luoghi (tranne alcune eccezioni come il Regno Unito, la Norvegia e l’Islanda) gli accordi possono essere diversi e agganciarsi ad una rete qui può far scattare il roaming extra UE con costi davvero molto alti. Al fine di evitare brutte sorprese una volta in viaggio, vi invitiamo a consultare la lista dei Paesi inclusi nel roaming Europa, divisi per offerte, che Iliad mette a disposizione sul proprio sito ufficiale raggiungibile da questo link.

Iliad fuori dall’Europa 

Se avete in programma di viaggiare fuori dall’Unione Europea purtroppo arriva la brutta notizia: come tutti gli operatori italiani anche il roaming Iliad in zone come l’Africa, Australia, Asia e America ha costi davvero molto alti. In questi posti non potrete utilizzare i giga compresi nelle vostre tariffe Iliad e quindi se vorrete navigare dovrete farlo pagando per ogni MB che utilizzerete.
Inoltre, se state pianificando un viaggio negli USA, vi informiamo che da Febbraio 2022 gli operatori americani (fra cui AT&T che è partner di Iliad) hanno dismesso le reti 3G e per questo il servizio voce è momentaneamente sospeso. Questo vuol dire che se si possiede uno smartphone recente (che supporta il 4G) si può navigare in internet, inviare e ricevere sms e chiamare utilizzando app come WhatsApp, Skype e Messenger, mentre se il vostro smartphone è compatibile solo con il 2G/3G potete utilizzarlo solamente se connesso ad una rete Wi-Fi. Iliad ha comunque comunicato che è al lavoro per risolvere questo problema al più presto.

Detto questo, se siete in procinto di partire per una vacanza in un altro continente o nei Paesi fuori dall’Unione Europea, l’unico consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di documentarvi in anticipo sulle tariffe. Potete farlo a questo link dove troverete il dettaglio dei costi per il roaming extra UE suddivisi per tipologia di offerta. A seconda della durata del viaggio, se proprio non potete fare a meno dell’utilizzo dello smartphone, potete optare per l’acquisto di una SIM ricaricabile di un operatore locale: il vostro portafogli ringrazierà.

Leggi anche: iliad mobile recensione

Come sempre lasciamo lo spazio nel box commenti per sapere la vostra. Fateci sapere se avete avuto esperienze dirette con Iliad all’estero. Come vi siete trovati?

4Fan.it

questo post è realizzato dal team di 4Fan.it, la community italiana indipendente dedicata a Iliad e ai suoi principali competitor. I contenuti di 4Fan sono pubblicati in maniera costante qui su UpGo.news, sul sito dedicato 4Fan.it, su Telegram e su Facebook.

Iliad 4Fan

3 commenti su “Iliad all’estero. Come va? Iliad e il roaming internazionale”

  1. Lo scorso anno sono stato costretto ad abbandonare ILIAD, a che se malvolentieri. Questo perchè lavoro all’estero e i contratti ILIAD prevedevano (lo prevedono ancora?) che gli utenti non potevano rimanere in roaming all’estero per un periodo superiore ad alcuni mesi (mi sembra 4 ma potrei sbagliare). Quindi non si tratta solamente di un problema di consumo dati ma anche di quanto tempo si rimane senza interruzioni all’estero (Europa inclusa). Solo per questo motivo sono passato a Vodafone che, tra l’altro, mi lascia tutti i Giga anche all’estero.

    Rispondi

Lascia un commento