Home » Breaking News » Iliad sì o no? Il nuovo sondaggio. Wind 3 rete unica e CoopVoce full MVNO

Iliad sì o no? Il nuovo sondaggio. Wind 3 rete unica e CoopVoce full MVNO

Iliad sì o no

Soddisfatti di Iliad? In queste ore si fa un gran parlare della notizia che riguarda Iliad e il perentorio stop ricevuto dal Gran Giurì della Pubblicità su segnalazione di Wind Tre.

Secondo il gestore avversario, Iliad avrebbe proposto uno spot pubblicitario scorretto. Stiamo parlando della pubblicità nella quale Iliad fa risaltare l’alto livello di soddisfazione della propria base clienti.

Il sondaggio è vero? I clienti Iliad sono davvero felici della scelta fatta? Stop quindi alle futili polemiche e ai botta e risposta a suon di denunce. A distanza di diverso tempo abbiamo posto la domanda direttamente ai clienti Iliad, in un sondaggio aperto sul canale Telegram Iliad news su 4Fan.it

Sei soddisfatto di Iliad? Il sondaggio è votabile da alcune ore sul Canale Telegram di 4Fan.it, disponibile a questo link.

4Fan.it è il primo canale Telegram italiano esclusivamente dedicato al quarto operatore mobile. Oggi il canale conta oltre 7000 iscritti.

Iliad su Telegram

Se ancora non sapete cos’ è Telegram, vi invitiamo a cliccare su questa nostra guida.

Siete felici di Iliad?

Iliad ha davvero rispettato le promesse fatte? Ormai è tempo di bilanci di chiusura anno anche per il nuovo arrivato. Mesi che hanno portato Iliad ad uno sviluppo eccezionale, con il risultato record di oltre 4.5 milioni di clienti che hanno acquistato una sim del nuovo gestore (probabile che entro fine anno vengono superati i 5 milioni).

Iliad sta certamente conquistando il mercato con la sua tariffa super economica e super conveniente. Ma usando Iliad, i clienti, a distanza di alcuni mesi, sono ancora felici della scelta fatta?

La grande sfida di Iliad, oggi, è senza dubbio la rete. E così sarà nel 2020. Il miglioramento delle prestazioni del network a disposizione dei clienti Iliad corre essenzialmente su due fronti.

C’ è la rete proprietaria che a novembre ha registrato una crescita record. A dicembre, stando ai primi rumors che abbiamo raccolto, ci dovrebbe essere un ulteriore moltiplicazione delle postazioni attivate da Iliad, così da raggiungere l’obiettivo ambizioso di 3000 siti.

Una buona fetta di rete Iliad sarà quindi proprietaria e tutta indipendente.

Ma in queste ore sono arrivate nuove informazioni anche sull’altro fronte, quello di Wind Tre. Perché, come ormai sapete, la copertura Iliad è completata dal ran sharing Wind Tre e quindi, ogni sviluppo del gestore concorrente in ambito rete, immancabilmente si riflette positivamente sul servizio Iliad.

A parlare nelle score ore è stato Gianluca Corti, Chief Commercial Officer di Wind Tre. Stando alle parole del manager la compagnia avrebbe ormai raggiunto i 20mila siti aggiornati e 5G ready.

Si tratta di antenne ottimizzate alle esigenze della nuova rete unica, frutto della fusione tra i network di Wind e di 3 Italia.

Nelle prime settimane del 2020, Wind Tre potrebbe annunciare il definitivo completamento di questa gigantesca opera, affidata alle aziende ZTE e Ericsson.

Per questo, qui su UpGo.news ne stiamo parlando parecchio, si vocifera di un possibile rebranding Wind Tre. La compagnia, per inaugurare la rete nuova di zecca, potrebbe lanciare un inedito nome per sfidare Iliad anche con l’effetto novità.

Ma su questo, cercheremo di raccontarvi succose novità nei prossimi giorni.

Coop diventa full MVNO

Ultima sostanziosa novità di questi giorni riguarda un MVNO storico. Il primo MVNO italiano: CoopVoce. L’operatore telefonico della grande distribuzione ha presentato a Milano un bel po’ di novità.

Prima fra tutte, il passaggio importante alla formula FULL MVNO. In pratica CoopVoce si renderà, ad inizi 2020, completamente indipendente da TIM e produrrà sa sé sia le sim card che tutta la tecnologia per l’instradamento delle chiamate e delle connessioni.

La rete d’appoggio comunque resterà Tim, almeno fino al 2022. Ma questo nuovo assetto, consentirà a Coop di lanciare nuovi servizi in piena indipendenza dal fornitore di rete.

Nuovo logo CoopVoce

Nel 2020 CoopVoce si presenterà sul mercato anche con un logo totalmente rinnovato che è quello che vedete qui in alto.

Per questo sabato 7 dicembre 2019 è tutto con i nostri aggiornamenti dal mondo telco. Vi aspettiamo però qui sotto, nello spazio commenti, per condividere con voi la vostra opinione sulle notizie di oggi.

E ancora una volta vi invitiamo a votare il nuovo sondaggio sul Canale Telegram.

14 commenti su “Iliad sì o no? Il nuovo sondaggio. Wind 3 rete unica e CoopVoce full MVNO”

  1. Per sempre iliad, wind 3 smettila di accusare iliad e rendi le tue promozioni al pari di iliad e per sempre, allora potrai parlare, vecchi gestori ladroni.

    Rispondi
  2. Operatore serio, non fa regali fantasmagorici però la rete funziona al contrario di Vodafone, che puntualmente la rete si interrompe sia per le chiamate che per navigare in internet!

    Rispondi
  3. In risposta al sondaggio ho votato “molto”. Per quanto riguarda il resto non me ne frega niente di quello che faranno Wind Tre e le altre compagnie. Sono stato cliente Tre e Vodafone e non mi accalappieranno ancora di certo. Felice cliente Iliad ora e per sempre.

    Rispondi
  4. Almeno fino ad oggi ho portato a ILIAD una decina di persone.
    Tariffe e trasparenza ok,come linea ancora non efficiente infatti ieri 7/12 nel Comasco dove risiedo rete inesistente

    Rispondi
  5. NI. Né si, né no. Ho Iliad da una settimana dopo l’uscita in Italia.
    Purtroppo spesso non ricevo chiamate e SMS anche se il telefono del chiamante (sia fisso che mobile, di qualsiasi operatore) squilla a vuoto, o fa risultare il mio numero “spento od irraggiungibile” anche con rete piena e 4G+. Sia su rete proprietarie che su ran-sharing. Provincia Varese e Milano.
    Ma finché gli altri vampiri continueranno a rimodulare d’improvviso, tengo sia Iliad che Wind, su dual-sim.

    Consigliare iliad? Già fatto e convinto almeno una ventina di persone, 15 contente, 5 hanno cambiato per il mio stesso problema.

    Rispondi
    • Ciao Ale!
      Anch’io come te sono passata ad Iliad dopo una settimana dalla sua venuta in Italia, assieme a mio marito.
      E mentre io non riscontro nessun problema, mio marito riscontra i tuoi stessi problemi.
      In maniera sporadica, ma li ha.
      Da una mia piccola indagine, diciamo così, e chiedendo qua e là, sono giunta alla conclusione che chi ha questo tipo di problema non dipenda dalla zona in cui risiede e la copertura, ma sia semplicemente imputabile allo smartphone la “colpa”.
      Mio marito ha un android ed io no. (Non scrivo le marche per non fare pubblicità)
      E questa particolarità mi è venuta fuori, e confermata, anche nella mia piccola “indagine”.
      Può essere? Sarà un caso?
      Boh, non so.

      Detto questo, Iliad tutta la vita.
      Anche a detta di mio marito nonostante quel problema.

      Rispondi
  6. Senza alcun dubbio Si ad Iliad, Wind-Tre invece di far causa ad iliad, dovrebbe imparare a comportarsi come Iliad, e non come Tim e Vodafone prelevando soldi con servizi non richiesti. Cambiare nome non serve proprio a niente. Ciao a tutti.

    Rispondi
  7. Ieri ho provveduto ad abbandonare Iliad per un altro gestore. Il motivo è stato che nella mia zona Iliad ha attivato due pseudo antenne che non danno la possibilità di navigare. Ho fatto presente al 177 ma dopo 10 giorni non ho sentito nessuno e il problema ancora sussiste. Per cui sono passato con 2 sim ad altro gestore.

    Rispondi
  8. Li ho provati tutti ma con sincerità posso dire senza campanilismo che la migliore di servizio assistenza semplicità e serietà
    Ad alta voce:ILIAD ILIAD ILIAD. Operatori plasmati prendete esempi di chiarezza verso i clienti!!!!

    Rispondi
  9. Penso che Iliad avrebbe grandi problemi nel momento in cui Tim, in particolare, e gli altri aggiungessero la parolina chiara alle loro offerte “per sempre” unitamente ai servizi di trasparenza legati alle sim.

    Rispondi
  10. È di oggi 7 dicembre la notizia che l’Antitrust ha nuovamente multato Wind Tre e Vodafone per pubblicità ingannevole relativamente alle loro offerte winback;avrebbero omesso di indicare costi che se conosciuti dal destinatario delle stesse non lo avrebbero indotto a ritornare con quelle compagnie. È quindi evidente che in un panorama come questo, Iliad, indipendentemente dal fatto che possa piacere o meno per la qualità del servizio, appare necessaria in quanto rappresenta un baluardo della correttezza commerciale. Se vi rinunciamo siamo in balia dell’altrui prepotenza che sembra non avere mai fine.

    Rispondi
  11. Assolutamente Iliad si. Ho dovuto fare la ricarica dal giornalaio perché dai cosi com’è che li chiamate i totem c’era la fila di persone che volevano passare a Iliad… Insomma tutti i giorni tante persone passano a Iliad…. Ci sarà un motivo

    Rispondi

Lascia un commento