Home » Blog Telefonia » Iliad Italia » Tiliad. La nuova Tim acquisita da Iliad? De Puyfontaine lascia

Tiliad. La nuova Tim acquisita da Iliad? De Puyfontaine lascia

Aggiornamento 16 gennaio 2023. Update di oggi 16 gennaio 2023 perché in Tim è un momento evidentemente di grandi manovre. Come raccontato nel post che trovate qui sotto infatti, in Tim è in corso una vera e propria rivoluzione. Ed intanto, de Puyfontaine, AD di Vivendi si è appena dimesso dal CdA di Tim, in contrasto con la direzione presa dall’azienda. Un ulteriore prova di un possibile prossimo scorporo e vendita?

Notizia originale del 15 gennaio:

Iliad, stando alle indiscrezioni de La Stampa, avrebbe già aperto un canale preferenziale con il Governo per l’acquisto di Tim. Anzi, non proprio di tutta Tim ma di un bel pezzo della compagnia. In questo articolo di oggi vi raccontiamo come sta prendendo piede l’ipotesi di uno spezzatino Tim, con la rete che costituirà una società a parte e Iliad pronta ad inglobare brand e clienti. Uno scenario esplosivo.

Tiliad in arrivo? No, non vi stiamo prendendo in giro. Lo strambo nome l’abbiamo coniato noi di UpGo ma gli scenari che vi raccontiamo oggi sono assolutamente verosimili. Oggi infatti vi raccontiamo in maniera chiara e semplice cosa sta succedendo al gigante Tim e all’intero comparto delle telecomunicazioni italiane perché il nuovo Governo sembra sempre più intenzionato a risolvere il problema del colosso rosso. Tim è ormai frequentemente paragonata ad Alitalia, quindi non certo un paragone troppo lusinghiero. Ma se ti piacciono i post come questo, iscriviti subito al Canale Telegram di UpGo e al Canale Telegram dedicato a Iliad.

Leggi anche: nuovi comuni e nuove abitazioni raggiunte dalla fibra. Guarda qui e fai il check online

Per risolvere la complicata questione Tim, il nuovo esecutivo di Giorgia Meloni, non è in alcun modo intenzionato a vendere l’intera azienda. Come abbiamo già scritto su UpGo nei giorni scorsi l’idea è quella dello scorporo, con una rete che diventerebbe pubblica sotto il controllo di Cassa Depositi e Prestiti.

Hai mai pensato di creare un blog come il nostro e di farlo diventare la tua fonte di guadagno? Leggi il nostro libro su “come guadagnare con un blog”. Lo trovi su Amazon cliccando qui.

Questa nuova azienda, che si occuperebbe della rete, fungerebbe sempre in teoria da gestore wholesale, ovvero un mega grossista che poi consentirebbe di volta in volta ai gestori di usare la propria infrastruttura, senza mai vendere servizi direttamente ai clienti. La nuova TIM, invece, privata della rete, si concentrerebbe su brand, marketing e tariffe e diventerebbe quindi un soggetto a sé.

Leggi anche: nuova offerta a 6,99 per 130 giga. Guarda qui…

Insomma uno scenario che sembra complesso, che abbiamo voluto oggi raccontarvi in poche parole ma con la massima chiarezza e che potrebbe anche non essere troppo lontano all’orizzonte.

Iliad al tavolo del Governo

Ripetiamo, per il momento sono solo indiscrezioni, ma pare che Iliad stia lavorando molto da vicino con l’Esecutivo per presentare un’offerta per l’acquisto della nuova Tim. Una proposta capace di far contenti tutti i soggetti coinvolti. Dall’altra parte, Iliad non sembra l’unica interessata alla nuova Tim in versione light. A far concorrenza ad Iliad ci sarebbe un altro gigante francese: Vivendi che da sempre tiene un piede dentro l’ex monopolista.

Ovviamente continueremo a raccontarvi puntualmente tutto, su questa saga della nuova Tim, del suo scorporo, dell’ipotesi Tiliad e quindi dell’eventuale mega operazione di consolidamento che porterà alla diminuzione dei gestori totali presenti nel nostro Paese. Ma per essere sicuri di non perdere nessuna puntata, vi chiediamo di nuovo di iscrivervi al canale Telegram di UpGo con tutte le top news del nostro sito.

Qui sotto vi riproponiamo un interessante video che abbiamo pubblicato alcuni giorni fa, nel quale spieghiamo in maniera molto chiara come funzionano le reti in fibra ottica, qual è la differenza tra gestore wholesale e gestore commerciale e com’è oggi la situazione degli operatori telefonici italiani.

A voi l’ipotesi TIliad piace? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

10 commenti su “Tiliad. La nuova Tim acquisita da Iliad? De Puyfontaine lascia”

  1. Ovvio, chi fa l’offerta ed acquisisce parte di una società,in questo caso TIM, diversamente ILIAD, meglio che la lasci morire.

    Rispondi
  2. Iliad ha complessivamente poco più di 300 dipendenti, praticamente un terzo del solo marketing di TIM.
    Gli altri 10.000 dipendenti TIM che fine farebbero?
    Pertanto, l’ipotesi di acquisizione di TIM Consumer da parte di Iliad la ritengo improbabile.
    Questo Governo non può permettersi CIGS per un così gran numero di persone.

    Rispondi
  3. Se può far… a patto che comandi Iliad e non il contrario. Diversamente si rischia che Iliab si… infetti di burocratismo😐. Il nuovo nome…? IliaT…😁😄

    Rispondi

Lascia un commento