Home » Blog Telefonia » MVNO » PosteMobile » PosteMobile passaggio a rete Vodafone. Cosa c’è da sapere

PosteMobile passaggio a rete Vodafone. Cosa c’è da sapere

PosteMobile passa a rete Vodafone

PosteMobile ufficializza il passaggio alla rete Vodafone. Il primo operatore virtuale italiano per numero di clienti passerà quindi i propri clienti alla rete Vodafone (da WindTre). Un passaggio importante, che coinvolge milioni di utenti italiani, per una sorta di ritorno sui proprio passi dell’MVNO di Poste. PosteMobile, oggi brand di PostePay, nacque infatti proprio sotto rete Vodafone. Per un periodo però, divenuto “Full Mvno”, il gestore ha scelto di operare prima sotto rete Wind e poi sotto il nuovo network unificato WindTre. Oggi PosteMobile torna alla rete Vodafone. Vediamo in questa breve guida di UpGo cosa cambia per gli utenti PosteMobile e come verrà gestito questo delicato passaggio. Rispondiamo quindi alle domande più frequenti sul cambio rete PosteMobile. Mettetevi comodi.

Notizie come questa ti interessano? Vuoi restare aggiornato sul cambio di rete di PosteMobile? Vuoi commentare questa notizia con gli altri follower? Segui il Canale Telegram di UpGo.news per restare sempre aggiornato su questa ed altre novità su telefonia e pay tv.

Quando avverrà il passaggio alla rete Vodafone?

Quello che porterà i clienti di PosteMobile sulla rete Vodafone sarà un passaggio progressivo, con uno start fissato allo scorso 16 giugno 2021. Da quella data le nuove sim si appoggiano direttamente alla rete di Vodafone mentre le vecchie sim vengono traghettate al nuovo network un po’ alla volta. Nel passaggio, come spiegheremo meglio tra poco, non bisognerà fare assolutamente nulla. Al massimo, in caso di assenza totale di copertura, basterà spegnere e riaccendere il telefonino, oppure, ancora più semplice, inserire e subito disattivare la “modalità aereo” nello smartphone. Il telefonino si aggancerà automaticamente alla nuova rete Vodafone.

Cambio rete PosteMobile verso Vodafone

Come probabilmente sapete, un gestore virtuale si distingue da un gestore “classico” per il solo fatto di non possedere una propria rete mobile. Per funzionare, quindi, tecnicamente va in “roaming” con un altro operatore. Quindi si appoggia alla rete di un gestore dotato di licenze e rete mobile.

Il cambio del partner di appoggio è però una questione che varia da gestore a gestore. Dipende principalmente se l’operatore MVNO in questione è un Full o un Esp. Il Full Mvno è la modalità più avanzata di gestore virtuale. Si tratta di un operatore che anche se virtuale gestisce interamente la propria piattaforma tecnologica, emettendo proprie sim card. Con proprie carte sim, l’MVNO è libero di cambiare rete di appoggio, senza creare particolari disagi alla propria clientela.

Diversa è la situazione che si crea quando il gestore è un semplice ESP MVNO. Questo status tecnico, tipico degli operatori molto piccoli, costringe i clienti a cambiare sim, effettuando di fatto una piccola portabilità interna. E’ avvenuto un sacco di volte nel passato. Ed è avvenuto anche nella storia di PosteMobile, nel primo passaggio da Vodafone (dove il gestore esordì) a quella di Wind (poi divenuta WindTre).

PosteMobile passa a Vodafone e cambia sim?

Ecco, PosteMobile, tranquillizziamo subito i lettori, non dovrà effettuare il cambio sim. Perché, come spiegato sopra, è proprio un FULL MVNO. La forma più avanzata tecnologicamente parlando. Se non per la rete finale, l’antenna che rilancia il segnale, PosteMobile sviluppa internamente tutte le soluzioni tecniche, occupandosi dell’emissione delle carte e dell’instradamento delle telefonate e del traffico internet.

Il passaggio di PosteMobile dalla rete WindTre a quella Vodafone sarà probabilmente indolore, salvo limitati e locali problemi tecnici.

Cosa deve fare il cliente di PosteMobile?

Proprio come quando ci si trova all’estero, in roaming, lo switch tra una rete e l’altra avviene generalmente in maniera automatica. Quindi in teoria, non c’ è alcun bisogno di forza l’aggancio ad una determinata rete. Il passaggio dei clienti PosteMobile dalla rete WindTre a quella Vodafone, avverrà in maniera assolutamente automatica.

Perché PosteMobile passa a Vodafone?

La posizione da full MVNO permette di fatto al virtuale di muoversi in maniera molto dinamica, ricontrattando periodicamente gli accordi con i propri fornitori di rete. In questo caso, non sono noti i termini economici che legheranno PosteMobile a Vodafone, fatto sta che PosteMobile si è mossa sul mercato portando con sé circa 3 milioni di clienti. Che non sono proprio pochissimi.

A quel punto, bussando alle porte di Tim, Vodafone e WindTre con questa bella dote, ha cercato con tutta probabilità di strappare l’accordo migliore. Sia in termini economici che di qualità del servizio offerto.

Senza la necessità di accollarsi grandi investimenti per la costruzione delle reti e con la possibilità di saltare qua e là tra diversi provider, potremmo dire che la posizione dell’MVNO è davvero molto comoda. Ed è, secondo noi, una cosa buona se questo meccanismo porta a maggior offerta per il consumatore finale. Quindi ok.

Per i clienti PosteMobile è meglio o peggio?

Bella domanda. Qui su UpGo.news, chi ci segue lo sa bene, sottolineamo sempre che la questione copertura non può essere in alcun modo resa in maniera oggettiva. È possibile che una zona sia ben coperta da una rete piuttosto che un’altra. Ciò detto, è doveroso ammettere che oggi probabilmente la rete di Vodafone è superiore a quella di WindTre (che comunque, in questi mesi di aggiornamenti post-fusione, ha fatto passi da gigante).

Insomma, questo passaggio da WindTre a Vodafone, per i clienti PosteMobile è potenzialmente molto positivo. Se volete, potete leggere la nostra recensione completa di PosteMobile a questa pagina, dove raccontiamo SECONDO NOI pregi e difetti del virtuale di PosteItaliane.

Cercheremo ora, nello spazio commenti, a rispondere alle vostre domande su questo passaggio. Se avete dubbi o ulteriori considerazioni sulla notizia dell’accordo tra Poste e Vodafone, fatecelo sapere nell’apposito spazio qui sotto.

54 commenti su “PosteMobile passaggio a rete Vodafone. Cosa c’è da sapere”

  1. Il passaggio a Vodafone UNA VERA PORCHERIA !!!! Connessione indecente a neanche 20 mb.
    Postemobile BYE BYE disdetta in arrivo

    Rispondi
  2. Passaggio a Vodafone un disastro il tablet non si connette più a internet all’estero provato a cambiare configurazione spento e accesso niente non si connette più possibile che postemobile non sappia questi problemi??? Con wind3 non avevo avuto nessun problema ne in Italia e nemmeno all’estero che delusione dovrò di nuovo cambiare operatore

    Rispondi
  3. Non mi è arrivato nessun messaggio di cambio operatore la ricarica devo farla con PosteMobile o con Vodafone? Bho……

    Rispondi
  4. All’estero ora non si ricevono più gli SMS con PosteMobile, mentre prima non c’era mai stato problema!!
    Non posso quindi accedere al conto corrente bancario perché per farlo devo appunto ricevere un codice via SMS.
    Che fregatura devo per forza cambiare operatore, ma per farlo devo tornare fisicamente in Italia. Il viaggio in business class lo rimborsa Poste.it immagino…

    Rispondi
  5. Sono con Postemobile da tantissimi anni, mai avuto problemi, ha sempre preso ovunque. Il mio smartphone non è nuovissimo, anzi…la versione android è 4.3 ma a me basta e la connessione va (andava) bene. Ora che è avvenuto il cambio la rete è in EDGE e ovviamente la connessione è lentissima, non carica praticamente più niente. Se clicco su LTE non ho addirittura nessuna connessione. EDGE, vi rendete conto? Son tornata indietro di anni. Aspetterò qualche giorno e poi vedrò se cambiare gestore.

    Rispondi
    • Chiaro, Vodafone ha spento le reti 3g, per cui se il tuo cellulare, che tu dici essere vecchio, non le riceve, è chiaro che stai in EDGE.

      Rispondi
  6. Vedo che sono in buona compagnia…. Dovrò abbandonare Postemobile perché lo smartphone non prende più, in casa mia. Era il motivo per cui avevo LASCIATO Vodafone! Considerando che ormai quasi tutto gira con sms e messaggi via telefono (banche, Università, assicurazioni, ecc.), non ho altra scelta. Problema: DOVE MIGRARE??

    Rispondi
  7. Io in Basilicata ho dovuto cambiare gestore al telefonino della mia mamma perchè non aveva assolutamente linea ed ora cambierò gestore anche al mio numero perchè a Trieste quasi mai ho linea. Siccome sono vicina al confine con la Slovenia, non prende mai linea perchè ogni volta dovrei chiamare l’operatore poste x farmi abilitare al rooming! Cosí mi ha spiegato l’operatore … Una cosa del genere non esiste, se vado in ospedale,all’universitá devo telefonare prima al 160 x la configurazione … o se vado a Miramare che arriva linea croata, che non è nemmeno Europa???🤔 Ridicolo!

    Rispondi
  8. Vodafone fa schifo passaggio che porta postmobile a perdere clienti me compreso non prende niente con Wind tre andava un amore

    Rispondi
    • Sono perfettamente d’accordo e mi appresto a cambiare gestore per riavere ancora internet. Con wind andava benissimo adesso con vodafone non vado quasi mai oltre a 0,50 mb.

      Rispondi
  9. Postemobile, dopo il passaggio, è peggiorata!!! Prima, nella mia zona, lo speed test mi dava oltre 100 Mbs, oggi non arriva neanche a 9 Mbs.
    Se continua così cambio operatore!

    Rispondi
  10. Pessima idea, passare ad altro gestore senza considerare i disagi, tutto ciò per egoismo proprio come sempre. Non c’è cura del cliente ma solo speculazione. Dovrò cambiare gestore in quanto Vodafone non prende nella mia zona e con Wind andavo a mille.

    Rispondi
  11. Vado ligure con wind volava ora si riavvia router ogni 6max10mimuti Alexa si spegne e nn riparte uno schifo e mi hanno cambiato ruoter e sim ridicoli il problema è che Vodafone nn ha la potenza di wind!!! E nn e’ stabile passa da 5 tacche a zero!!! Vergogna questo passaggio e nn pago la bolletta!

    Rispondi
  12. Da anni mi servo di Poste Mobili e ha sempre funzionato benissimo in qualunque luogo io andassi.
    Con il cambio rete la connessione internet o non funziona del tutto, addirittura per mezze giornate, o è lentissima in modo inaccettabile. Mi chiedo come facciano le persone che usano internet anche per lavoro.
    Mi sto già attivando per scegliere un altro gestore.

    Rispondi
    • Qual’è il gioco tra operatori di rete reali e virtuali?
      Un operatore virtuale (tipo PosteMobile) dice a quello reale … io ho x milioni di clienti … che condizioni mi fai?
      E ovviamente spunta delle condizioni che il singolo utente non otterrebbe.
      Ma se nel gioco delle parti PosteMobile fa una scelta sbagliata, magari per pochi soldi, ci lascia le penne e si sputtana x anni.
      Se il risultato è negativo, bisognerebbe licenziare chi ha preso queste decisioni, ma PosteMobile è azienda di stato e ha liquidità e può permettersi anche queste stronzate.
      Contenti loro, li lasciamo x altre scelte e non ci torneremo.

      Rispondi
  13. Passaggio disastroso, 4g lentissimo rispetto a prima, purtroppo il passaggio è stato deleterio!! Bocciato…. Vodafone è il peggior operatore!

    Rispondi
  14. Salve
    questo passaggio mi ha rovinato. Non riesco più a parlare in casa col cellulare e devo uscire fuori, Ho 4 sim a casa e penso che le cambierò tutte!!!

    Rispondi
  15. Prima andava benissimo con Wind tre, ora fa semplicemente pena ! Nella mia città (Canosa di Puglia) Vodafone è sempre stata una fregatura, (al contrario di Wind)ora non riesco né a ricevere e né a chiamare NESSUNO ! Ho chiamato il 160 e mi hanno detto che devo cambiare telefono, anche se il mio supporta il 4G……ma stiamo scherzando?!?!
    Postemobile a mai più !!!!

    Rispondi
  16. Chi ha il un contratto pagato anticipatamente come fa a recedere, considerando che questo operatore nuovo da me non prende 🤬

    Rispondi
  17. (periferia di Roma) Da 20/30 Mb a…meno…0.80 Mb…veramente imbarazzante… nessuna alternativa…si molla!!!! Il bello che sono giorni che è così…mille chiamate al 160 è fanno i vaghi..ora neanche rispondono più…mha

    Rispondi
  18. Il passaggio a Vodafone è stato deleterio. Mi chiedo perché Poste mobile non si decida a dare delle risposte ai propri Clienti: nessuno risponde al 160.servizio pessimo

    Rispondi
  19. passati sotto rete Vodafone io mi trovo sempre a girare l’Europa per lavoro …cosa e cambiato ?
    se prima eravamo scarsi con il Roaming adesso siamo in fondo al mare ….. soluzione se non risolvano il problema cambiare operatore

    Rispondi
  20. É da oltre 24 ore che non ricevo più segnale. Non c’é modo per comunicare con l’assistenza non potendo chiamare il 160, non esiste assistenza virtuale, o meglio, segnalo il problema ma mi viene detto che verró richiamato al mio numero che non riceve, quindi non potrà chiamarmi nessuno. Ho provato la SIM in altri telefoni e non funziona proprio. Penso proprio che questa volta cambieró gestore.

    Rispondi
    • Ho PosteMobile web casa.in questi giorni ho avuto unassaggio al nuovo passaggio Vodafone. Nella mia zona non prende bene ho delle ricadute costanti in internet possa fare disdetta senza pagare penalità.

      Rispondi
  21. Buongiorno a tutti che dire abito e lavoro in zona Bassano del Grappa prima del passaggio internet funzionava a singhiozzo ora non funziona proprio più parlo del telefono ho intenzione di cambiare

    Rispondi
  22. Buongiorno.Grazie per le spiegazioni che avete dato che aiutano a comprendere come gira la giostra…Avete pero’ dimenticato di dire una cosa importante, a meno che non mi sia sfuggito nella lettura.In tale caso mi scuso.
    Ovvero che per chi ha un cellulare 3G non vi sarà più copertura it decente o addirittura nessuna copertura….o si cambia cellulare andando cosi su 4G oppure si deve cambiare operatore cercando uno che ancora supporti i 3G.(come windtre) ma che abbia anche decente copertura…….questa info la avevo letta circa 1 mese fa e poi confermata da un SMS di postemobile che da’ tempo solo fino a fine mese prima del cambio …per molte persone specie gli anziani con cellulare 3G sarà quindi un costo non indifferente di cui PosteMobile chiaramente se ne frega…

    Rispondi
    • Stesso problema con mia mamma anziana, non sa usare i cellulari moderni. Ho cambiato gestore, e in tre giorni ha riavuto linea. Siamo stati un mese senza poterla contattare

      Rispondi
  23. idem, nonostante io abiti in una grande città nella mia zona Vodafone prende male. Mi sa che dovrò cambiare nuovamente operatore. Pazienza

    Rispondi
  24. Io abito a Castel Sant’Angelo in provincia di Rieti è da giugno che è stato fatto il passaggio da Wind tre a poste mobili e non ho riscontrato alcun problema anzi devo dire che il segnale è molto più forte rispetto a quello dipendente per cui sono pienamente soddisfatta

    Rispondi
  25. SALVE A E SUCCESSO CHE CAMBIANTO LINEA NON RIESCO A RICEVERE NE TRASMETTERE FINZIONA SOLO INTERNET COSA POSSO FARE

    Rispondi
  26. Purtroppo il passaggio a Vodafone, ha avuto come conseguenza la “sparizione” del servizio VolTe, prima disponibile sotto rete WindTre…
    Per me, che sono scappato (per la seconda volta) da Vodafone, è la sua ennesima fregatura…

    Rispondi
  27. Ho lasciato Vodafone (a malincuore) a causa delle continue rimodulazioni per Postemobile. Ora sono contento che Postemobile passi sotto rete Vodafone, un salto di qualità, ma spero che non cominci Postemobile con le rimodulazioni!!!

    Rispondi
  28. e se per esempio, il cliente PosteMobile si trova in un’ area non coperta da Vodafone cosa fa, ringrazia per il bellissimo scherzo e passa ad altro operatore?

    Rispondi
  29. Ogni tanto Poste italiane fa cambiamenti che non si capiscono e peggiorano la qualità del servizio. Vedasi new post pay e adesso cambio rete… fin’ora la ricezione era ottima adesso fa schifo!!!!! Dovro passare a Tim…. mah

    Rispondi
  30. Qui il rischio è voluto, dalla regolamentazione fasulla del ministero sempre a danno dei cittadini. Vodafone così acclamata come compagnia meriterebbe di chiudere battenti, una gestione verso i propri Clienti è a dir poco umiliante. Per non parlare del servizio VoLTE… Se compri smartphone brand te lo attivano, se poco poco possiedi tu uno smartphone abilitato te lo puoi dimenticare, anzi ti ritrovi senza linea dati quando chiami o ricevi telefonate, diversamente TIM fanno funzionare il VoLTE tranquillamente senza che ti mungono il portafoglio, quello che Vodafone ti costringe a fare per avere il VoLTE attivo su smartphone no brand al costo minimo di 15.00 al mese.

    Rispondi
  31. Ho acquistato una sim collegata alla postepay evolution pagando il canone annuale quando postemobile era wind. Ora passando a vodafone la ricezione della mia sim nella mia zona non è ottimale. Come faccio a riavere il costo dei mesi non ancora usufruiti?

    Rispondi
  32. Ero passato a PosteMobile su rete Wind, tenendo conto della qualità della ricezione in zona, quindi in casa. Ora, con passaggio su rete Vodafone, ho campo quasi inesistente. Ma il cliente, che ha scelto tenendo conto innanzitutto della qualità della ricezione, cosa può fare?

    Rispondi

Lascia un commento