Home » Blog Telefonia » Fibra » Virgin vs Iliad. Si sono già scontrate e finì così

Virgin vs Iliad. Si sono già scontrate e finì così

Virgin debutta sul mercato italiano portando il prodotto Virgin Fibra e puntando tutto su tre valori principali: semplicità, trasparenza e performance. Insomma, un competitor nuovo che sembra un po’ battere lo stesso ferro di Iliad. La notizia dell’esordio di Virgin Fibra l’abbiamo data giusto un paio di ore fa qui su UpGo. E pochi mesi fa avevamo raccontato in esclusiva e prima di tutti la nascita di questa nuova offerta.

Siete iscritti al Canale Telegram di 4Fan con tutte le novità su Iliad? Cliccate qui per iscrivervi

Fatto sta che lo scontro, tutto teorico, tra questi due grandi brand c’è già stato nel passato, proprio nella vicina Francia. C’è da dire poi che Virgin, lo diciamo per quei pochi che non conoscono il marchio, è uno dei brand più flessibili e poliedrici presenti sul pianeta. Fondata da Richard Branson, Virgin mette il suo nome su operatori telefonici ma anche su palestre, una compagnia aerea, un’etichetta musicale, su diverse bevande e su un’infinità di altri settori.

Lo scontro nella telefonia, Virgin vs Iliad

La parte telco di Virgin è presente nel Regno Unito e in Spagna (in questi mercati, sia nella fibra che come MVNO) e ha un passato piuttosto glorioso. Fatto di successi ma anche di qualche fuga repentina. E uno scontro con Iliad già c’è stato nella storia di Virgin. Il brand di Branson era infatti un MVNO nella vicina Francia. Un operatore virtuale divenuto in pochi anni un punto di riferimento assoluto per i clienti schiacciati dal tripolio Orange, SFR e Bouygues. La novità Virgin venne però totalmente spazzata via dall’uragano Iliad che esordì come quarto operatore francese nel 2009, con il marchio Free.

Free Mobile ha di fatto, in pochi mesi, fagocitato tutti i clienti di Virgin, attratti dalle offerte low cost ma anche dalle grandi prestazioni consentite dalla nuova rete Free.

Insomma dal primo duello tra Virgin e Iliad, ne è uscita vittoriosa Iliad. Ed ora questo scontro, come detto, si ripete anche qui da noi, con l’esordio ufficiale di Virgin (che opera, lo ricordiamo, sulla rete di Open Fiber).

Lascia un commento

Enable Notifications    OK No thanks