Home » Ambienti digitali » Su WhatsApp arrivano i messaggi che si autodistruggono

Su WhatsApp arrivano i messaggi che si autodistruggono

La versione web e desktop di WhatsApp si aggiorna con una funzione molto apprezzata da tanti utenti, ovvero l’autodistruzione dei messaggi multimediali dopo la visualizzazione. Questa caratteristica, già popolare nei dispositivi mobili, a breve sarà disponibile per chi utilizza anche la versione web della popolare app di messaggistica istantanea.

Cosa sono i messaggi che si autodistruggono

Il nome è abbastanza chiaro. Stiamo parlando di messaggi che non possono essere archiviati dagli utenti che li ricevono. Già da tempo questa caratteristica è presente nella versione mobile, rivelandosi un ottimo strumento per tutelare la privacy e per condividere contenuti sensibili. Occorre precisare che esistono due tipologie di messaggi che non possono essere conservati per sempre, i messaggi effimeri, quelli già disponibili per WhatsApp Web ma non per l’applicazione desktop, e i messaggi “view once” attivabili solo nel mobile.

Guarda su YouTube UpGo: Uomini e Donne, il messaggio incredibile durante il programma contro l’Intelligenza Artificiale…

Parlando dei messaggi effimeri, occorre andare sul profilo della persona a cui si vuole mandare il messaggio, spuntare l’opzione e indicare per quanto tempo quel messaggio sarà disponibile, se per 24 ore, 7 giorni o 90 giorni. Dopo questo termine il messaggio si cancellerà.

La funzione “view once” invece è ancora più interessante e si applica a file multimediali come foto e video. Per inviare questa tipologia di messaggi occorre entrare nella chat del gruppo o della persona a cui si vuole inviare il file, selezionare “allega”, scegliere “fotocamera” o “galleria” (se il contenuto lo avete già registrato) e, prima di inviarlo, toccare in basso a destra una piccola icona che riporta il numero 1 contornato da un piccolo cerchio.

In questo modo il destinatario non potrà né condividere né inoltrare il messaggio, non potrà salvarlo nella sua galleria e nemmeno vedere l’anteprima. Potrà solo visualizzarlo una volta e poi il messaggio si cancellerà.

Vantaggi per privacy e sicurezza

L’introduzione della funzione “visualizza una volta” (View Once) su WhatsApp Web e nell’app desktop rappresenta un notevole vantaggio per la privacy e la sicurezza, specialmente per coloro che utilizzano WhatsApp in ambiti professionali. Questa caratteristica si rivela particolarmente utile per condividere documenti sensibili. Ad esempio, un grafico può ora inviare al cliente la bozza di un logo con la certezza che il file sarà visualizzato solo una volta, aumentando la protezione del proprio lavoro. In contesti dove la confidenzialità dei contenuti è essenziale, questa funzione offre un livello aggiuntivo di sicurezza, garantendo che informazioni delicate non rimangano memorizzate o siano condivise in modo improprio.

Le nostre conclusioni

L’evoluzione di WhatsApp è un aspetto importante da tenere sotto controllo, questo perché è l’app di messaggistica più utilizzata al mondo, con oltre 2 miliardi di utenti mensili. Questo significa che quando c’è qualche cambiamento, inevitabilmente cambia il modo di comunicare di tutti noi. La funzione di cui abbiamo parlato è attualmente in fase di test e disponibile per un gruppo limitato di beta tester, ma crediamo che entro l’anno sarà disponibile per tutti. 

Questa feature, rappresentando un aspetto dell’evoluzione continua di WhatsApp, mira a rafforzare la privacy e migliorare l’esperienza utente. Meta, la società madre, ha seguito una strategia graduale nell’introdurre innovazioni, come dimostrato anche dai Canali, prima su mobile e WhatsApp Web ma non ancora sull’app desktop, garantendo così un’implementazione fluida e funzionale. Questo approccio per gradi consente di assicurare che ogni nuova funzionalità funzioni al meglio prima del suo rilascio su larga scala.

Chiudiamo dicendo che la funzione di autodistruzione dei messaggi su WhatsApp Web evidenzia l’adattamento dell’applicazione alle moderne esigenze di comunicazione, offrendo soluzioni innovative per un uso sicuro e privato, specialmente in contesti lavorativi.

Fateci sapere se avete provato l’app di WhatsApp sul vostro PC e se già potete inviare i messaggi che si autodistruggono. Aspettiamo i vostri commenti.


Foto dell'autore
Simone Pifferi. Copywriter freelance, può scrivere su tutto ma le sue passioni riguardano la comunicazione, il web marketing, il settore telco e l'editoria. Dopo la formazione umanistica si appassiona alla SEO, al web design e allo sviluppo di siti web. Attualmente collabora come copywriter con diverse web agency e blog di settore. Simone Pifferi su Linkedin

Lascia un commento